Giochi senza Confine: I tabellini

20 06 2009

4982_1157303886566_1046802590_30473246_1930464_n

SQUADRE PARTECIPANTI

LABORATORIO DEMOCRATICO 1

CIRO SALVATI

PASQUALE D’ARIENZO

PASQUALE AURIEMMA

RAFFAELE D’ANIELLO

MARIO DE CICCO

LABORATORIO DEMOCRATICO 2

VINCENZO DOTTORINI

EDUARDO RUSSO

LORENZO MOLISSO

RAFFAELE D’ANIELLO

PASQUALE D’ARIENZO

I TRAVASATI

VINCENZO CACCAVONE

DANILO MARTINELLI

ROBERTO ZABBERONI

EDUARDO RUSSO

CARMINE

QUELLI CHE…ZAB

ARMANDO SCOGNAMIGLIO

ALESSANDRO SENO

GIOVANNI SORRENTINO

ALESSANDRO MAGLIONE

MARIO ARENGA

ULTRAS LIBERI

ALESSIO PAPARO

DANILO CAPOZZO

STEFANO FALCONE

WALTER CAFASSO

NELLO ILARDI

BRONZE SAINTS

SABATO DOLMETTI

ANTONIO DOLMETTI

DIEGO DOLMETTI

EMMANUEL GRIMALDI

PASQUALE SICA

SCLERO TEAM

PASQUALE MARIA TRAMONTANO

FILIPPO NATIVO

BIAGIO CIMMINIELLO

MARCO SARRA

DANILO NITRIDE

FELCE E MIRTILLO

ROBERTO LIMATOLA

MASSIMO DE LUCA

ALESSANDRO CAPPIELLO

ROSARIO

CARLO

QUARTI DI FINALE

LABORATORIO DEMOCRATICO 1 vs. ULTRAS LIBERI

2-2

RIGORI: 1-3

Marcatori:

Alessio (U)

Raffaele (L)

Nello (U)

Raffaele (L)

SCLERO TEAM vs. FELCE e MIRTILLO

0-1

Marcatori:

Massimo (F)

QUELLI CHE…ZAB vs. LABORATORIO DEMOCRATICO 2

6-0

Marcatori:

Alessandro (Q)

Mario (Q)

Mario (Q)

Alessandro (Q)

Mario (Q)

Alessandro M. (Q)

BRONZE SAINTS vs I TRAVASATI

2-0

Marcatori:

Antonio (B)

Diego (B)

SEMIFINALI

ULTRAS LIBERI vs. FELCE e MIRTILLO

7-0

Marcatori:

Danilo (U)

Stefano (U)

Alessio (U)

Danilo (U)

Walter (U)

Alessio (U)

Walter (U)

BRONZE SAINTS vs QUELLI CHE…ZAB

0-4

Marcatori:

Mario (Q)

Alessandro M. (Q)

Alessandro M. (Q)

Alessandro M. (Q)

FINALE

ULTRAS LIBERI vs QUELLI CHE…ZAB

2-2

Rigori 3-4

Marcatori:

Stefano (U)

Walter (U)

Alessandro (Q)

Alessandro (Q)

QUELLI CHE…ZAB VINCONO LA PRIMA EDIZIONE DEI GIOCHI SENZA CONFINE

Giochi senza confine (202)

Il cielo è azzurro sopra i 3 Campetti…

Jack Bristow

PS. Le foto dei Giochi senza Confine su Facebook qui





Giochi senza Confine

13 06 2009

Giochi senza Confine

TerradiConfine presenta la prima edizione dei “Giochi senza Confine”, manifestazione ludica e sportiva per la riappropriazione degli spazi pubblici del quartiere di Ponticelli nell’ambito della seconda edizione del SocialfEST.

Nel suggestivo centro polifunzionale dei “3 Campetti” (anche se sono 4) di via Ulisse Prota Giurleo (vicino la Canottieri), teatro di battaglie a suon di gol e magliette sudate (qualcuno usciva anche in mutande) ecco a voi dalle ore 16 alle ore 19 di Sabato 13 Giugno…
TORNEO DI CALCIO A 5
TORNEO DI TENNIS

L’iniziativa è rivolta a tutti i giovani di Ponticelli e non solo, che almeno una volta hanno giocato o avrebbero voluto giocare nei 3 Campetti!!!

La partecipazione ai tornei è completamente gratuita.

Per info. potete lasciare un messaggio nei commenti sottostanti o contattarci all’indirizzo email (anche contatto Msn): terradiconfine@live.it

Roberto Zabberoni

Presidente Ass. TerradiConfine





«Tutto colore!»

9 06 2008

Domenica 8 giugno i Giardini del Rione Incis sono in festa. Non è una calda mattina di primavera, il cielo è nuvoloso e di luce ce n’è poca, a tratti. Eppure la piazza si riempie di colori, di voci, di giochi. È il Social Fest, e TerradiConfine partecipa con tutto l’entusiasmo che ha.

Tante le associazioni ed i gruppi presenti alla manifestazione; nei vari stand sono esposti prodotti del commercio equo e solidale, creazioni di bambini e ragazzi, cartelloni colorati, foto. E non mancano le attività da svolgere sul luogo: c’è lo stand con bottoni e perline per creare gioielli, portachiavi e oggetti decorativi, c’è lo stand in cui si prepara la pasta di sale, ci sono ragazzi che costruiscono girandole e aquiloni colorati, c’è il grande telone che insegna la raccolta differenziata, c’è il lenzuolo su cui scrivere “cosa vorresti per Ponticelli”, ci sono i writers che disegnano in grande il logo del Social Fest, c’è il gruppo di giovani percussionisti, ci sono i ragazzi che fanno breakdance, ci sono sondaggisti che vanno in giro a fare domande, c’è il banchetto dei ragazzi di Wikinapoli con i prodotti tipici della Campania.

Soprattutto, ci sono i bambini che giocano.

A loro TerradiConfine dedica l’intera mattinata, e come non farsi coinvolgere dall’atmosfera di festa e di colore? In pochi minuti la serietà (ed il sonno) di quegli stessi ragazzi che poco prima studiavano tecniche e strategie di montaggio del gazebo, riuscendo dopo mille fatiche e calcoli matematici ad evitare che volasse via, ecco, tutta quella serietà scompare, coperta da uno spesso strato di tempere colorate. Allo stand non c’è nessuno che non abbia il viso dipinto. Ma i più belli e colorati sono loro, i bambini, che si lasciano truccare da indiani e partecipano ai nostri giochi. È il turno del tiro alla fune, poi della settimana, poi della corsa nei sacchi: insomma di quei giochi di strada che oggi i bambini quasi non conoscono più.

Ma il Social Fest è anche altro: mentre si festeggia e ci si diverte, non mancano momenti di riflessione e dibattito sui grandi temi che coinvolgono associazioni e cittadini tutti. Così, tra un gioco e l’altro, si parla di raccolta differenziata, si focalizza l’attenzione sulla solidarietà, si discute di immigrazione.

È la forza della piazza: i cittadini che si incontrano e si confrontano non fanno altro che prendere possesso dei loro spazi, e costituiscono quella società civile che è alla base della vita pubblica. La piazza diventa luogo di aggregazione, luogo di divertimento, luogo di dibattito.

La piazza riconquistata ai cittadini è il segno che questo nostro quartiere non vuole rimanere tra le mura domestiche, ma che ha tanto da esprimere e tanta voglia di farlo. Ecco perché si festeggia: perché dal momento della festa nasca una nuova consapevolezza cittadina di essere parte attiva della nostra società.

Perché questa nostra terra di confine impari a miscelare i colori, ed a dipingersi il viso tutti i giorni.

giulia